Perché far uscire i bambini anche con il freddo

Il freddo, al contrario di quanto si possa pensare, favorisce lo sviluppo psico-fisico e la crescita. Moltissimi pediatri suggeriscono di far uscire i bambini anche con il freddo, perché esso tende a temprare il corpo apportando numerosi benefici per lo sviluppo e la crescita. Molti genitori, associano le basse temperature all’impossibilità di far uscire i propri figli di casa. In realtà è assolutamente vero l’esatto contrario.

Il freddo non fa ammalare: è questo l’assunto di base da cui partono diversi psico-pedagogisti e pediatri. Le basse temperature, non rappresentano la principale causa di malanni, stati influenzali e dolori articolari. Sono in realtà gli sbalzi di temperatura, che possono causare problemi all’organismo, che facendo difficoltà ad adattarsi continuamente alle diverse temperature, può indebolirsi. Il freddo, non fa ammalare, a differenza del passato.

Oggigiorno, gli adeguati riscaldamenti delle case, delle scuole, delle strutture sportive, e l’abbigliamento adeguato e completo, favorisce un più facile e maggiore adattamento del corpo al freddo; inoltre, c’è inoltre da aggiungere che le temperature sono nettamente in aumento anche durante i periodi freddi, a causa del riscaldamento globale che ha favorito un netto innalzamento delle temperature anche in inverno.

Gli stati influenzali, inoltre, si propagano attraverso i virus, alcuni dei quali si moltiplicano proprio grazie alle temperature fredde, ma moltissimi altri no; inoltre la proliferazione dei virus, avviene per la maggior parte per via aerea, per cui, in uno spazio chiuso, è più probabile che i virus si moltiplichino. E’ preferibile dunque far uscire i bambini anche con il freddo, in primis perché un ricambio dell’aria è molto importante, almeno per pochi minuti al giorno e in secondo luogo perché il freddo non è la causa principale di malanni e stati influenzali.

Il sole inoltre, è la principale fonte di vitamina D, per cui portare i bambini all’aperto, aiuta a farli crescere in modo sano ed equilibrato. Durante i periodi freddi, l’esposizione al sole, è minima, in quanto le ore di luce sono inferiori rispetto alle ore di buio; è dunque consigliato di far uscire i bambini di mattina, o nel primissimo pomeriggio, quando l’aria è frizzantina e il sole ancora leggermente caldo, anche se fa freddo. Ovviamente il freddo deve essere secco per non essere dannoso, poiché l’umidità, è la principale causa di dolori e stati influenzali.

I bambini che giocano all’aria aperta, trascorrono meno tempo davanti alla tv, al pc e ai videogiochi. Sono maggiormente stimolati dall’ambiente che li circonda, per cui, sono tendenzialmente più creativi. Inoltre, tendono ad essere più in forma, perché i giochi all’aperto favoriscono il movimento, oltre che il divertimento. I parchi all’aperto, sono lo spazio ideale per giocare in gruppo, socializzare e stare a contato con la natura, per crescere in modo sano.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close