Iniziare a pensare alla scuola per non creare traumi nei bambini

Ritorno a scuola
Tornare a scuola senza traumi

L’estate è la stagione della spensieratezza, dei giochi, delle lunghe passeggiate, delle notti lunghe, delle vacanze, del divertimento e del relax. L’estate è uno stato d’animo, è sinonimo di felicità, di libertà. Per i bambini in particolare, questa è la stagione più bella: lontano dagli oneri scolastici, dallo studio, dagli orari; i bambini vivono l’estate al massimo, godendosi appieno le vacanze e il divertimento. La fine di questa stagione perciò segna un cambiamento netto per i più piccoli che devono riprendere la routine quotidiana, rimodellando nuovamente tutto il loro quotidiano. E’ bene dunque che si inizi a pensare alla scuola per non avere traumi.

Per aiutare i bambini a riabituarsi alla scuola, è molto importante regolare nuovamente il sonno: durante il periodo estivo, anche i bambini sono più liberi di tardare, si svegliarsi tardi, di riposare anche nel pomeriggio. Gli orari sono completamente diversi da quelli invernali, per cui, la prima regola per riabituare i bambini all’idea di tornare a scuola, è regolare nuovamente il sonno. Dalla fine di agosto, è preferibile che i bambini vadano a letto presto, e che si sveglino presto.

La seconda regola che i bambini devono rispettare per abituarsi all’idea della scuola, è quella del ripristino delle abitudini: se durante l’estate i bambini uscivano tutti i giorni, nel pomeriggio o a sera, dovranno limitare e regolare gli orari di uscita, cercando dunque di ripetere le azioni che effettuano nel quotidiano durante i nove mesi scolastici. E’ sempre preferibile che questo passaggio dalle vacanze all’inizio della scuola sia graduale piuttosto che immediato, perché cosi creerebbe soltanto un trauma e una difficoltà del ripristino delle normali attività quotidiane.

Un’altra importante regola, è abituarli nuovamente allo studio: circa quindici giorni prima dell’inizio della scuola, è consigliabile che i bambini studino. Potranno completare il libro delle vacanze iniziato qualche tempo prima, o potranno leggere un libro o esercitarsi nella ripetizione di alcune materie, rispolverando il programma dell’anno precedente.

Per abituarsi alla scuola senza traumi, è consigliabile lasciare che i piccoli trascorrano del tempo con i propri compagni di classe, con i quali potranno studiare, anche creando una sorta di piccolo gruppo studio. In questo modo, potranno di giorno in giorno, ri-programmare la loro giornata, rispolverare i vecchi concetti studiati, e abituarsi alla compagnia di sempre.

La scuola deve essere per i bambini un ambiente sereno, ecco perché è importante che le mamme, stimolino i loro figli ad amare lo studio, coinvolgendosi in prima persona. Oltre a studiare insieme prima dell’inizio dell’anno scolastico, potranno uscire a comprare tutto il nuovo materiale necessario per la scuola; anche questo costituisce uno stimolo al nuovo che avanza, all’idea che comincerà un nuovo ciclo di lavoro e cooperazione con le insegnanti ed i compagni.
E’ importante inoltre consolarli e sostenerli nelle loro crisi, abituarli alla crescita personale, all’indipendenza nello studio, e prepararli anche dal punto di vista emotivo.