Carie nei denti da latte. Un problema dei bambini da non sottovalutare

carie

Spesso le carie possono colpire anche i denti da latte. Anche se si tratta di denti destinati a cadere, non si devono trascurare perché possono dare il via a infezioni del cavo orale che condizioneranno la salute dei denti definitivi. E’ bene curare l’alimentazione ed abituare i bambini a lavare i denti fin da piccini.

I denti da latte iniziano a crescere verso i 4 mesi e man mano che ne nascono dei nuovi si deve abituare il bambino a lasciarsi lavare i denti per evitare le carie.

Spesso una cattiva informazione, fa credere alle mamme che non ci sia bisogno di lavare i denti a bambini così piccoli. Di conseguenza i denti sporchi di cibo danno il via alla proliferazione di batteri che sono terreno fertile per la formazione delle carie.

L’igiene orale è importante dal primo momento in cui nascono i denti e se vengono colpiti dalle carie ciò causa infezione gengivale e batteri che vanno eliminati al più presto.
Sia che si tratti di denti decidui che di quelli definitivi, il trattamento deve essere uguale, perché le carie distruggono il dente e per un bambino piccolo è molto doloroso.

Quindi, non importa se si tratta di denti che cadranno, è necessario rivolgersi comunque all’odontoiatra che prendersi cura della bocca.

Cosa succede quando non si curano le carie?

Se pur sapendo di avere una carie, questa non viene curata, il dente si ammala e cade in poco tempo. I batteri presenti nel cavo orale erodono pian piano lo smalto e raggiungono la dentina che viene intaccata. Nei denti da latte questo processo avviene più velocemente perché il dente è meno grosso e lo smalto non è mineralizzato come quello dei denti degli adulti. Pertanto viene eroso dai batteri in poco tempo.
Una bocca non curata, causa gengivite, alitosi, difficoltà a masticare e quindi il bambino mangia poco e spesso rifiuta il cibo.

Carie nei denti da latte. Quali sono le cause?

E’ dimostrato che la carenza di fluoro è una delle cause principali che provocano le carie. Per questo motivo, molti pediatri consigliano la somministrazione di fluoro sotto forma di vitamine.
L’alimentazione incide particolarmente e per i primi anni di vita si consiglia di non aggiungere zuccheri negli alimenti del bambino, evitare di mangiare troppi biscotti e merendine preconfezionate.
Alcune mamme, per alleviare il pianto dei bambini hanno la cattiva abitudine di aggiungere miele o zucchero nel ciuccio, come consolazione.

Come intervenire in caso di carie nei denti da latte ?

Quando si sospetta di essere affetti da carie, è importante essere tempestivi per non complicare la situazione.
Bisogna rivolgersi al dentista che saprà come intervenire in questi casi. Per il dente colpito dalla carie quello che c’è da fare è l’otturazione, ma se purtroppo, la situazione è più complicata perché la carie è arrivata oltre la superficie della dentina, raggiungendo la polpa, si deve ricorrere all’estrazione del dente.

Regole utili per tenere i denti da latte sani

Per la cura del cavo orale e la salute in generale, si devono rispettare gli stessi accorgimenti di un adulto e perciò curare lo stile di vita, fare attenzione all’alimentazione e all’igiene orale.
Per prevenire l’insorgere della carie nei denti da latte e permettere così di avere denti perfetti anche da adulti, occorre una corretta igiene dentale sin dalla tenera età.
Come fanno i grandi, anche i bambini devono lavarsi i denti tutte le volte che mangiano. All’inizio sarà la mamma a spiegare come fare, ma ben presto il bambino imparerà a farlo da solo.

 

Acquistare un spazzolino a setole morbide per i più piccini, poi va bene anche uno a setole medie.
Per i neonati che non hanno ancora messo i dentini, con una garza sterile si devono pulire le gengive sporche di latte. Presto la bocca dovrà accogliere i primi denti e quindi è importante che si mantenga sempre pulita e lontana dal rischio di essere colpita da batteri.

Dopo ogni pasto, devono lavare i denti soprattutto prima di andare a dormire.

Ridurre gli zuccheri e preferire merende preparate in casa come pane e olio oppure pane e marmellata fatta in casa.

Durante lo svezzamento, evitare di addolcire i cibi allo scopo di invogliare i bambini a mangiare. Si possono utilizzare ingredienti che diano più dolcezza ai piatti come la zucca e le carote.

E’ necessario informare le mamme dei rischi di carie fin dalla nascita dei loro piccoli. E’ compito del pediatra spiegare l’importanza dell’igiene del neonato che deve riguardare anche quella del cavo orale.