Cavolfiori, come farli mangiare ai bambini. Ricette sfiziose per palati sofisticati.

Quando si parla di gusto i bambini sono molto esigenti. Sanno criticare anche un piatto da chef figuriamoci se li volete costringere a mangiare i cavolfiori.

 

Quante volte vi sarete sentiti giudicati da quegli ometti che di punto in bianco vi dicono che avete dimenticato il sale o che il piatto di oggi non era gustoso come desideravamo.
Siete rimaste alquanto stupite nel constatare che il loro palato è molto più affinato di quanto pensavate.

 

Quando le mamme preparano dei piatti per i loro piccoli devono metterci passione perché loro non mangerebbero mai un piatto insapore o che non ha un bell’aspetto.
Siete di fronte a dei veri intenditori e siamo ancora all’inizio perché i vostri figli man mano che cresceranno saranno sempre più critici ed esigenti.

Vogliamo darvi delle dritte per quanto riguarda l’inserimento del cavolfiore nelle vostre ricette.
Voi direste, ma vabbè se non gli piace evitiamo di proporglielo.
Il cavolfiore è un ortaggio ricco di proprietà e pertanto non deve essere eliminato nemmeno dalla dieta di un bambino che durante il suo accrescimento necessità di molti nutrienti per uno sviluppo sano.

Quali sono le proprietà del cavolfiore?

Hanno un contenuto di sali minerali molto utili per lo sviluppo osseo del bambino. Calcio, potassio, fosforo e ferro sono importanti per il suo sviluppo cerebrale e la produzione cellulare. Danno al bambino la carica energetica di cui necessità, considerando che brucia un sacco di energie.

I suoi principi sono indispensabili per lo sviluppo sano dei globuli rossi, previene anemia e problemi del sangue. Le sue proprietà antinfiammatorie prevengono i mali di stagione. Potete preparare un centrifugato e farglielo bere tutti giorni per combattere il raffreddore e la tosse.

Studi condotti hanno dimostrato che l’assunzione di cavolfiori, broccoli e cavoli permette di ridurre del 50% le probabilità di ammalarsi. Gli antiossidanti sono in grado di contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi.
Esistono due varietà di cavolfiore, quello bianco e quello verde, chiamato cimone. Per coinvolgere i bambini a mangiarlo bisogna trovare delle strategie e creare dei piatti appetitosi e molto belli.

Il cavolfiore prima di essere inserito nelle ricette deve essere lessato. Questa procedura, purtroppo ha l’inconveniente di emanare un odore fastidioso che preannuncia ai bambini cosa dovranno mangiare oggi. Tutti abbiamo storto il naso e ci siamo seduti a tavola con poco entusiasmo.

Come evitare il cattivo odore del cavolfiore.

Durante la cottura del cavolfiore, potete aggiungere all’acqua qualche goccia di limone e anche la scorza. Potete immergere nell’acqua un pezzo di pane o poggiare sul coperchio uno strofinaccio imbevuto d’aceto.

Se anche i vostri bambini hanno delle difficoltà a mangiare i cavolfiori, qui di seguito vi suggeriamo alcune semplici idee di come preparare dei piatti appetitosi che sicuramente gradiranno.

Crocchette di cavolfiore con scamorza filante

Ingredienti per 2 persone

500 gr di fiori di cavolfiore
1 uovo intero
120 gr di scamorza affumicata
50 gr di pangrattato
1 cucchiaio di grana in polvere
latte q.b.
sale q.b.
olio d’oliva
Procedimento

1 Lessate i fiori puliti di un cavolfiore, scolateli e metteteli in una scodella.
2 Aggiungete il grana, l’uovo e iniziate a mescolare assieme gli ingredienti.
3 Unite al composto metà del pangrattato e latte q.b. per formare un composto soffice, ma compatto.
4 Aggiustate di sale e iniziare a formare delle palline all’interno delle quali aggiungete dei pezzi di scamorza.
5 Terminato il procedimento, mettete una padella con dell’olio d’oliva sulla fiamma e lasciate scaldare.
6 Nel frattempo, passate le crocchette nel pangrattato e procedete a friggerle fino a che risultano dorate.
Le crocchette sono pronte, profumate, croccanti e filanti come piacciono ai bambini.

Cavolfiori in pastella profumata alla menta.

ingredienti per 2 persone
mezzo cavolfiore
100 gr di farina
latte q.b.
5 foglie di menta
olio q.b.
sale q.b.
Procedimento

1 Lessate il cavolfiore in poca acqua e ricavate le cime. Poggiatele su un canovaccio e tamponatele.
2 In una scodella preparate la pastella con la farina e il latte q.b. per formare un composto liscio e cremoso.
3 Lavate e asciugate le foglie di menta e tagliatele finemente su un tagliere.
4 Aggiungete la menta nella pastella e amalgamatela.
5 Mettete la padella con l’olio su una fiamma.
6 Passate le cime di cavolfiore nella pastella profumata alla menta e friggete.
7 Arrivati a doratura sono pronte.
8 Salateli adesso, piaceranno sicuramente.

Crema di cavolfiori e riso con speck croccante

Ingredienti per 2 persone
mezzo cavolfiore
50 gr di riso
2 fette di speck
olio extravergine d’oliva q.b.
parmigiano in polvere q.b.
2 carote
sale q.b.

Procedimento

1 Lessate il cavolfiore con le carote, scolatele e mettetele da parte.

2 Lessate il riso in acqua leggermente salata e conservate la crema di cottura.

3 In un mixer unite il riso al cavolfiore, aggiungete il parmigiano e la crema di cottura quanto basta per formare una crema liscia.

4 In una padella mettere un filo d’olio e spezzettate lo speck. Lasciatelo fino a che diventerà croccante.

5 E’ il momento di impattare, quindi versate la crema sul piatto e aggiungetevi un filo d’olio e i pezzetti ci speck croccante.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close