Vacanze serene per i bambini. Come sceglierle divertenti e sicure.

Vacanze

Vacanze serene da fare tutta la famiglia? Al mare, ai laghi o in montagna, deve essere un momento di svago e piacere per stare tutti insieme.

Quando in famiglia ci sono bambini piccoli le vacanze devono essere organizzate in modo da farli divertire, ma sempre in sicurezza.

Le tanto sospirate vacanze arrivano puntualmente e come tutti gli anni si cerca la meta ideale da raggiungere. Si prepara tutto l’occorrente, zaini in spalla e via!

Le cose sono un po’ diverse quando in casa c’è anche un bambino piccolo. Prima di tutto bisogna cercare il luogo più adatto alle sue esigenze, ma che abbia anche degli spunti di svago e divertimento.

Quando abbiamo figli piccoli, non possiamo di certo restare chiusi in casa, ma dobbiamo organizzarci meglio per permettere a tutta la famiglia di vivere delle vacanze serene.

Per poter organizzare una vacanza ci sono degli aspetti da considerare, primo fra tutti la disponibilità monetaria.
Dobbiamo decidere quanto intendiamo allontanarci e se optare per il mare, la collina o la montagna. Tutta la famiglia deve essere di comune accordo e allo stesso tempo considerare che c’è un bambino di pochi anni di età.

Siamo disposti a fare un viaggio lungo? Sappiamo cosa bisogna portare con noi per rendere serena una vacanza e quanti giorni intendiamo trascorrere fuori casa?

Sarebbe bene optare per una struttura attrezzata di piscina, docce, ristorante e camere con lettini e culle. Oggi ce ne sono molte a misura di bambino, dove animatori adatti a tutte le fasce di età, si occupano di intrattenere i bambini anche quando i genitori desiderano dedicarsi ad altro.

Villaggi turistici attrezzati si trovano oramai ovunque e basta cercare sul web per trovare quelli con i requisiti che rispondono alle esigenze di ogni famiglia.
In questi Villaggi vacanza si fa facilmente amicizia tra famiglie e quindi i bambini non si annoiano mai. Ci sono molti coetanei con cui stringere amicizia e stare sempre insieme.

Delle baby sitter non li lasciano mai soli e durante la giornata c’è un programma per organizzato.

Fra il tempo da trascorrere in piscina, i balli, le attività ludiche e didattiche, il pranzo e il riposino la giornata è piena e gratificante.

 

Esiste anche il classico turismo responsabile che consiste in un vacanza organizzata a contatto con la natura. E’ pensata proprio per le famiglie che possono vivere un’esperienza indimenticabile in parchi, oasi e riserve naturali.

Si trascorrono dei giorni immersi nel verde, per respirare un’aria buona e svolgere delle attività. I bambini, guidati dal personale specializzato, sono coinvolti in percorsi divertenti che difficilmente dimenticheranno. Gli sarà fornito l’equipaggiamento adatto per potersi arrampicare e liberare tutta la loro energia.

Chi resta in città, ci sono associazioni culturali, ludoteche e campi estivi organizzati per tutti i bambini. Per loro è un’esperienza da non perdere perché hanno la possibilità di confrontarsi, giocare e svagarsi per tutto il tempo. Solitamente, si svolgono nelle prime ore del mattino durante le quali i genitori possono recarsi a lavoro e riprenderli per l’ora di pranzo.

Dopo il riposino pomeridiano, potete coinvolgere i bambini con dei lavori di bricolage oppure portarli al parco con la bici o il monopattino.

L’estate rappresenta per i bambini un momento di svago, ma anche di crescita, maggiore dell’inverno. Possono esplorare, divertirsi e stare più tempo con i genitori a parlare.

Ne beneficia anche la salute perché si resta più tempo all’aperto. Si respira aria pura e si sta più a contatto dei raggi del sole, ma sempre con prudenza.

Chi durante l’inverno soffre di allergie, di asma e ha le difese immunitarie basse, responsabili di raffreddori e febbre frequenti, può rifarsi in questi lunghi mesi di temperature calde e di vacanza.

Il sole aiuta a rafforzare le ossa e lo scheletro e anche chi soffre di problemi bronchiali. Ottima è l’aria di mare che permette di eliminare catarro e batteri alle vie respiratorie.

Organizziamo perciò di trascorrere qualche ora al mare, preferibilmente le prime ore mattutine e poi via a casa. Nel tardo pomeriggio una passeggiata al parco, un gelato e tanto divertimento.

Approfittiamo del tempo che abbiamo libero per passare un pomeriggio in un maneggio e fare provare ai bambini l’esperienza di cavalcare un puledrino o facciamo con loro delle partite di tennis o di bocce.

Ogni attimo da trascorrere insieme deve essere un’occasione di crescita e un modo per sviluppare le loro capacità e formare i loro gusti e il loro carattere.