Bambini e Coronavirus, ecco come si può passare il tempo in quarantena

0

In questo periodo di quarantena, è fondamentale mettere in evidenza quanto sia difficile affrontare il tema tra bambini e coronavirus. Visto che bisogna passare tutto il tempo entro le mura domestiche, è necessario trovare una serie di strumenti che possano dare una mano a non annoiarsi mai, utilizzando sia giochi che audiolibri.

Tanti genitori sono in difficoltà, per via del fatto che non hanno la minima idea di cosa fare avendo dei bambini in casa e non potendo più fare alcun tipo di attività all’aria aperta in questo durissimo periodo di pandemia per colpa dei contagi da Coronavirus.

È fondamentale rastrellare tutta la propria creatività e inventarsi giochi e attività nuove da svolgere ogni giorno, che riescano a stimolare la fantasia dei bambini, consentendo al contempo a loro di muoversi e di fare un minimo di attività fisica in qualunque spazio domestico ci si trovi.

Internet può essere una grandissima risorsa se non si ha una grande inventiva, dal momento che ci sono numerosi suggerimenti. Giusto per fare un esempio, il Dipartimento per le Politiche della famiglia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha da poco provveduto al lancio di una specifica sezione denominata #CiStoDentro, che ha come fine ultimo quello di dare una mano ai figli che sono in casa, mettendo a disposizione dei genitori una serie di strumenti per avere sempre più idee da sfruttare.

Dando uno sguardo al sito ufficiale, si può notare la presenza della sezione tempo liberato, in cui ci sono numerose idee per tutti i genitori che non sanno come poter trascorrere le giornate in compagnia con i bambini. Probabilmente, si tratta della preoccupazione principale che attanaglia i genitori che devono per forza di cose rimanere chiusi in casa con i figli.

Per il momento sono state caricate poche idee, ma quelle presenti sono sicuramente molto interessanti. Una prima idea è quella di realizzare insieme un’ottima clessidra, che si può comporre con un due bottiglie e utilizzando anche del sale fino. C’è anche un’altra idea, decisamente più creativa, che sicuramente presenta un legame molto più forte con il passato.

L’ultima idea in questione è quella di proporre ai bambini di giocare a realizzare un fotoromanzo. In che modo? Semplice, prendendo il via utilizzando delle foto che sono state stampate e che si trova un po’ per tutta la casa. Una volta disposte tutte le foto su un tavolo, ecco che si può procedere ad inventare una storia divertente e coinvolgente, scrivendo anche i dialoghi tra i personaggi.