Emozioni, ecco come insegnare i bambini a gestirle

0
Trauma bambini
I segnali che possono indicare un trauma nei bambini

Non è certamente semplice provare a interpretare quelle che sono le emozioni che caratterizzano i bambini. Uno dei libri più interessanti che sono stati realizzati nel corso degli ultimi tempi è certamente quello di Fabio Celi, psicologo psicoterapeuta che lavora presso l’Università di Pisa, intitolato “Le emozioni dei nostri figli”.

Ebbene, in questo volume ci si focalizza proprio sull’importanza dell’educazione emotiva dei propri figli. È fondamentale che i genitori, ad esempio, riescano a comprendere come sia mai una cosa saggia reprimere le emozioni dei bambini, anche se in alcuni casi rischiano di diventare una vera e propria “bomba ad orologeria”.

Proprio in riferimento al loro ruolo, anche gli stessi genitori dovrebbero essere in grado di accettare l’espressione delle emozioni da parte dei bambini, provando al tempo stesso a comunicare anche le proprie.

All’interno del libro, viene spiegato come sia fondamentale che i bambini riescano ad apprendere le modalità per gestire le proprie emozioni. È un aspetto da non sottovalutare, anche per via del fatto che saper gestire correttamente le proprie emozioni comporta una qualità migliore di vita, riuscendo ad affrontare in maniera diversa anche delle situazioni molto dure e complicate.

Senza tutto questo bagaglio di esperienza e di capacità di gestire le proprie emozioni, è chiaro che il rischio di non poter affrontare queste difficoltà e di non essere in grado di controllare le proprie emozioni e molto alto, con tutti i pericoli e i danni, soprattutto a livello psicologico, che ne conseguono.

Attenzione, però, dato che gestire in maniera corretta le emozioni non equivale, chiaramente, a non incontrare mai alcun tipo di emozione negativa e non garantisce nemmeno contro i disturbi relativi alla psiche. Al contempo, però, saper gestire in maniera corretta le proprie emozioni equivale anche a ridurre la probabilità di soffrire di tali disturbi.

Proprio rispetto alle emozioni sono legati un gran numero di fattori, in modo particolare comportamentali. Capire quello che sta causando una determinata emozione permette anche di capire come ci si deve comportare e relazione con le altre persone in modo consono. Nei bambini, il rapporto tra le emozioni e il corpo è molto stretto. Proviamo a pensare ad un semplice esempio: se un bambino prova un’emozione negativa pensando all’ansia legata al distacco dai genitori, ecco che una delle conseguenze possibili è legata al soffrire di mal di pancia. Quindi, saper riconoscere nel momento più corretto questo tipo di rapporto permette di affrontare molto meglio tante situazioni della vita di tutti i giorni, un discorso valido per gli adulti e a maggior ragione per i bambini.