Come spiegare la Shoa ai bambini: tre libri che potrebbero aiutare

0
Libri Olocausto
I libri sull'Olocausto per bambini

La Shoa, altrimenti apostrofata come Olocausto, rappresenta una delle pagine più nere della storia dell’umanità: circa sei milioni di ebrei furono sterminati dalla furia nazista del popolo tedesco, che per affermare un ideale di purificazione della razza, iniziò una vera e propria persecuzione nei riguardi degli ebrei, degli omosessuali, dei malati di mente e degli handicappati. Le vittime venivano fatte deportare nei campi di concentramento, dove vivevano in condizioni disumane. Erano condannati a morte, indistintamente, uomini, donne, vecchi e bambini. Quella dei campi di concentramento, è ancora oggi ricordata come l’esperienza più nera della storia dell’Europa: le vittime dell’Olocausto, vengono commemorate ogni anno il 27 gennaio, nel Giorno della Memoria. Ma come si può spiegare la Shoa ai bambini? Attraverso il racconto narrativo, attraverso i testi, e i libri.

Sono diversi i libri che raccontano della Shoa e che avvicinano i bambini a questa tematica cosi delicata ma cosi importante allo stesso tempo. Spesso le insegnanti prediligono documentari, poesie, lettere, e piccoli brani e racconti tratti da storie vere, che possono essere approfonditi con dei libri sulla Shoa.

  • La storia di Erika (di Ruth Vander Zee): è un libro adatto ai bambini, che racconta di una storia vera. Una neonata di nome Erika, viene lanciata dal finestrino da un treno in corsa e finisce sui binari e si salva. La bambina, viene raccolta e cresciuta e una volta diventata adulta, diventa la narratrice della sua stessa storia. Erika è la voce fuori campo del libro: racconta di sua madre, un’ebrea che fu rapita e portata nei campi di concentramento; sua figlia (Erika, la narratrice), avrebbe subito la sua stessa sorte, cosi decide di lanciare la figlia dal finestrino del treno, per salvarla ad un destino che non le avrebbe dato scampo. Erika, nel suo libro, racconta della sua vita, e della Shoa, del triste destino della sua famiglia, del coraggio di sua madre. E’ un libro forte, ma molto istruttivo per i bambini.

In punta di stella è tra i libri per bambini più indicati a raccontare la Shoa. Ci sono diverse illustrazioni, immagini e un racconto sulla storia dello sterminio degli ebrei adatto ai bambini. E’ un libro che non mette in risalto le atrocità e il dolore, bensì la storia, i fatti, senza enfatizzare in modo eccessivo tutte le atrocità che il popolo ebreo dovette subire.

La portinaia Apollonia: i tedeschi deportano gli ebrei. Il protagonista è un bambino i cui genitori vivono per dargli da mangiare. Il piccolo è sorvegliato dalla portinaia Apollonia.

I libri sulla Shoa sono doversi, cosi come i film: vanno scelti in base all’età e alla tipologia di racconto.