Tosse grassa e catarro nei bambini. Come intervenire con rimedi naturali

tosse

Quando sembra essere persistente tosse grassa e catarro nei bambini è bene richiedere una visita approfondita del pediatra che saprà come intervenire in questi casi.

Tosse grassa e catarro si presentano quando l’organismo risponde a un‘infezione delle vie respiratorie. Sono causati dagli sbalzi di temperatura, tra un ambiente freddo e uno caldo e soprattutto durante la stagione invernale, quando fa molto freddo e i bambini non sono coperti adeguatamente.
Può trattarsi di un attacco batterico, virale oppure può derivare anche da una reazione allergica. Le vie respiratorie s’ infettano e si presenta una tosse persistente accompagnata da una quantità di muco, fastidioso al punto tale da impedire al bambino di dormire tranquillamente.

Quando sintomi di questo genere diventano persistenti, non bisogna sottovalutarli.

E’ necessario che il pediatra visiti il bambino per capire se si è in presenza di bronchite. Per poterlo capire con sicurezza, occorre fare una visita accurata dei bronchi e se si ritiene necessario, sottoporre il bambino a una radiografia.

Con la terapia appropriata, il pediatra curerà il bambino in caso di bronchite o di broncopolmonite.

Quando le vie respiratorie vengono colpite da una forma batterica o virale, ecco che l’apparato respiratorio interviene con un’arma di difesa che è il muco. Questa sostanza si occupa di proteggere i polmoni e i bronchi.
Nel momento in cui ci sono delle sostanze nocive che possono compromettere le vie respiratorie, come lo smog, il fumo di sigaretta oppure gli allergeni o i virus e i batteri, il muco crea una barriera contro le infezioni.

Il muco ha una consistenza viscosa che permette d’ intrappolare i corpi estranei e ripulire così l’organismo, mantenendolo in salute.

Ogni anno sono molti i bambini che prendono il raffreddore per le cause che abbiamo citato. A volte si ammalano varie volte perché hanno le difese immunitarie basse. Le mamme si preoccupano molto per la salute dei loro bambini che si assentano spesso da scuola. Bisognerebbe chiedere al pediatra se è opportuno sottoporre i bambini a vaccinazione antinfluenzale o se bisogna somministrare al bambino degli integratori vitaminici se mangiano poco e appaiono gracili.

Come aiutare il bambino a respirare meglio.

  1. E’ necessario tenere gli ambienti puliti e liberi da polvere e fumo di sigaretta e di cucina. In questo modo di accelera la guarigione del bambino che se è un soggetto allergico che soffrirebbe ancora di più.
  2. Nella camera dove i bambini dormono, ricambiare spesso l’aria e mettere un deumidificatore per favorire la corretta respirazione del bambino.
  3. Durante la notte, gli episodi di tosse aumentano poiché il catarro ristagna e i bronchi devono essere liberati. Per favorire un sereno riposo, si possono mettere vicino al letto delle ciotole con acqua in cui sono state aggiunte foglie di menta fresca o di eucalipto.
  4. Con dei lavaggi nasali, fatti con dell’acqua fisiologica o marina, si possono liberare le vie respiratorie del bambino.

  5. Quando è possibile, portare il bambino all’aria aperta e possibilmente in zone alberate o marine, lontano dallo smog cittadino.

Come intervenire in modo naturale?

  • Se il bambino tossisce molto non bisogna allarmarsi. E’ il sistema per espellere il catarro. Noi lo possiamo aiutare in questo, somministrandogli delle tisane calde a base di ingredienti naturali. Ottima la camomilla che svolge un’azione rilassante. Se assunta la sera prima di addormentarsi aiuta il bambino a dormire meglio.
  • La propoli è un altro rimedio efficace. Agisce come un antibiotico naturale, davvero efficace in questi casi. Possiede proprietà antibatteriche, lenitive e disinfettanti. Assumerlo sotto forma di sciroppo è la soluzione ideale. Si scioglie il catarro in modo naturale e si permette così di respirare meglio.
    Disinfettando le vie aeree si favorisce una guarigione rapida dei bambini. La propoli contiene sali minerali, vitamine del gruppo B e flavonoidi che oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria aiutano a rafforzare le difese immunitarie.
  • La Liquirizia ha proprietà espettoranti, davvero utili in casi di catarro abbondante. E’ efficace e in un paio di giorno i bambini si sentiranno meglio e con le vie respiratorie libere.

    Si può preparare la sera una tazza di una tisana alla liquirizia.

  • L’eucalipto è anch’esso un ottimo rimedio contro la tosse grassa e la tosse. Agisce anche contro la tosse secca, la rinite, l’asma e la sinusite di cui spesso soffrono anche i più piccoli.
    Si può assumere questo rimedio attraverso degli oli essenziali, tisane e pastiglie. Calma la tosse e scioglie rapidamente il muco, permettendo di respirare meglio.
  • I bambini più grandi possono ricorrere anche ai suffumigi per avere un’azione rapida contro la tosse grassa e il muco. Basta aggiungere nell’acqua calda del bicarbonato di sodio, ma anche la camomilla e delle foglie di menta.

Quando i bambini hanno molta tosse e catarro, evitare di portarli in luoghi affollati. I batteri proliferano facilmente e s’impedisce al bambino di guarire in fretta.

Poiché questi episodi sono accompagnati spesso a reazioni allergiche, si consiglia di fare indossare ai bambini biancheria intima di fresco cotone.  Si evitare così che si accaldi troppo e sudando possano peggiorare le sue condizioni.

Quando si esce, bisogna coprirsi bene, ma negli ambienti chiusi è bene eliminare gli strati di abbigliamento, per evitare sbalzi troppo repentini di temperatura.