L’importanza della colazione per i bambini in età scolare

L'importanza della colazione per i bambini in età scolare

L’importanza della colazione per i bambini in età scolare è data dalla necessità di essere al meglio fin dal mattino, per affrontare tutti gli impegni della giornata tra scuola e attività sportive.

Non solo per questo, poiché il bambino, in questa delicata fase della sua vita deve ricevere tutti i nutrienti per crescere in salute.

Tutte le mattine prima di andare a scuola, i bambini devono fare una colazione ricca di tutti i nutrienti utili per il loro sviluppo fisico e cerebrale.

Spesso, per la fretta o perché il bambino non riesce a mangiare, la colazione viene trascurata e si prende la cattiva abitudine di eliminarla come pasto principale.

La colazione è il pasto più importante, sia per i grandi che per i bambini. Rappresenta il carburante che aiuta l’organismo ad affrontare gli impegni della giornata.

Con la scuola, i bambini hanno bisogno di essere attivi, poiché già fin dalle 8,30 del mattino devono affrontare il compito in classe e le interrogazioni. Nell’arco della giornata, il corpo deve poter assumere la giusta quantità calorica che gli consente di poter affrontare tutti gli impegni.

La prima colazione, assieme agli altri pasti principali che seguono e la merenda a metà mattina e nel pomeriggio, devono poter raggiungere una quantità di calorie utili per l’accrescimento sano del bambino che gli deve permettere di non incorrere in carenze nutrizionali.

Nella dieta dei bambini non devono mancare le vitamine, le proteine e i sali minerali, i grassi e i carboidrati in percentuali corrette, da assumere a tutti i pasti che iniziano con una buona colazione.

I bambini sono in crescita e più degli adulti necessitano del giusto apporto di nutrienti.

Oltre ad avere bisogno delle energie utili per affrontare lo studio e lo sport, il loro corpo è in continua trasformazione e l’alimentazione sana deve aiutarli a crescere forti e sani.

L’alimentazione deve iniziare fin dal mattino e per questo motivo, bisogna trasmettere ai bambini questa sana abitudine.

Cosa devono mangiare a colazione i bambini

Il latte è un alimento completo che consente al bambino di ricevere il giusto apporto nutrizionale. Si possono aggiungere cereali, biscotti e arricchirlo con orzo o cacao.

Il latte è fondamentale per lo sviluppo del bambino, grazie alla quantità di calcio che viene accumulato nelle ossa. Berne poco o eliminarlo del tutto dalla dieta giornaliera potrebbe causare seri problemi sulla salute futura. Per i bambini piccoli sarebbe bene scegliere un genere di latte arricchito di vitamina D e calcio per garantire uno sviluppo scheletrico forte e sano.

Molto spesso, però, il latte non è tollerato dai bambini che all’improvviso decidono di non berlo più e qua inizia la necessità di doverlo sostituire con altrettanti alimenti ricchi e completi.

Lo afferma anche la ricerca che un bambino abituato a fare una prima colazione nutriente ha un migliore rendimento dal punto di vista intellettivo, una maggiore concentrazione e una memoria più sviluppata. A scuola ha una maggiore capacità di apprendimento e nello svolgimento di uno sport più forza fisica ed energia.

Per questi motivi, nonostante il latte manchi a colazione, non si può andare a scuola a digiuno e pertanto si devono trovare delle soluzioni che consentano ugualmente di poter assumere la giusta dose di nutrienti.

Per iniziare con il piede giusto, l’organismo necessita di grassi, fibre, minerali, cereali non raffinati, carboidrati complessi, proteine e vitamine.

In una buona colazione si può inserire del pane integrale con della frutta di stagione, yogurt, un formaggio spalmabile, dei biscotti leggeri e cereali integrali. Si possono spalmare delle fette di pane con della confettura di frutta fatta in casa, proporre una fetta di crostata o un dolce preparato artigianalmente e arricchito con latte o yogurt.

Se non si ha tempo per proporre ai bambini una colazione fatta in casa, si può optare per prodotti da forno da acquistare da coloro che assicurano la qualità degli ingredienti.

Si possono acquistare le merende preconfezionate?

Per quanto possibile, si deve evitare di prendere questa cattiva abitudine, ma se non se ne può fare proprio a meno, per lo meno, si devono leggere gli ingredienti al momento dell’acquisto, ed evitare prodotti contenenti coloranti e sostanze dannose alla salute del bambino. Solitamente, questo tipo di merendine sono arricchite additivi alimentari, grassi e zuccheri raffinati che con il tempo possono causare problemi di sovrappeso e livelli alti di zuccheri nel sangue.

Come convincere i bambini a fare colazione?

Spesso i bambini in crescita detestano il latte e allora lo si può arricchire con del cacao o dell’orzo, oppure preparare una ricca macedonia di frutta, aggiungendo del latte che in questo modo si colorerà.

Per rendere il momento della colazione più invitante di deve mettere a tavola una bella tovaglia colorata, dei fiori e cibi che profumano di buono.

La monotonia è dannosa e rende svogliati. Così è meglio proporre ogni giorno una colazione varia, ma leggera che abbia alimenti che al bambino piacciono come il cioccolato.

Per poter avere una colazione pronta al mattina, considerando che si va sempre di fretta, si può approfittare per preparare dei biscotti o un dolce fatto in casa nel fine settimana e conservare bene tutto, ben coperto, per evitare che si indurisca.

Per essere certi di proporre al bambino alimenti sani, si può usare la farina integrale al posto di quella raffinata e così anche lo zucchero di canna, invece, che quello bianco. Al posto del burro, preferire l’olio.

Nel fine settimana, i bambini si possono coinvolgere nella preparazione di un dolce fatto in casa, come dei muffin da conservare singolarmente in buste per alimenti e consumare a colazione. Può essere un modo per convincere i bambini a fare colazione tutte le mattine. Si può variare aggiungendo ai dolci, frutta, yogurt, scaglie di cioccolato e crema. Così ogni volta si fa una colazione diversa.

Le conseguenze di una colazione scarsa o assente.

La colazione è importante perché aiuta i bambini ad essere attivi fin dalle prime ore del mattino e come prova la scienza, si nota quando un bambino entra in classe a digiuno.

E’ ancora assonnato, apatico, poco concentrato nello svolgimento dei compiti. Appare distratto e stanco. Con il passare delle ore, la situazione peggiora e non è la soluzione mangiare di più a pranzo. Ciò che si è perduto non si può più recuperare nell’arco della giornata.

Molti bambini possono soffrire di frequenti mal di testa e spesso non se ne conoscono le cause. Anche la vista ne può risentire e hanno difficoltà nell’apprendimento e a memorizzare.

A lungo andare i bambini possono soffrire di carenze vitaminiche che incidono sul loro sviluppo sia fisico che cerebrale.

Seguendo un’alimentazione bilanciata si previene anche sovrappeso e obesità. Sono problemi diffusi di cui i bambini ne possono essere affetti anche in tenera età. Questo accade poiché non seguendo un’alimentazione bilanciata, sentono l’esigenza di mangiare caramelle, snack e dolci ipercalorici, con delle conseguenze disastrose per i pasti che seguono. Non hanno appetito e rifiutano anche di sedersi a tavola.  Si innesca così un circolo vizioso pericoloso per la loro salute.

Per tutti questi motivi, la colazione rappresenta il punto di partenza da cui iniziare per essere in grado di adempiere a tutti gli impegni quotidiani e per assicurarsi una vita futura in salute.