La TV in camera. Quanto fa male guardarla prima di andare a dormire.

la TV

Addormentarsi guardando la TV fa male al sonno dei bambini. E’ quanto confermato da uno studio scientifico condotto in America.

Quando si realizza la cameretta dei bambini, si attrezza con tutti i confort di cui si può avere bisogno, compresa la TV. I genitori non riflettono, pensando che il bambino, avendo la possibilità di guardarla in maniera indipendente rispetto al resto della famiglia, ne possa fare un uso smodato.

Il compito dei genitori è quello di tenere sempre sotto controllo i figli, ma quando questi iniziano a crescere, anche un po’ d’indipendenza in più può essere utile.

Ecco che però i bambini ne approfittano per trascorrere più tempo d’avanti alla TV, usare il telefonino e addormentarsi tardi.
Tutti siamo abituati sia grandi che piccini a guardare la TV fino a che ci addormentiamo, ma questa è un’abitudine sana?

Vero è che la TV aiuta ad addormentarsi, ma purtroppo compromette la qualità e la durata del sonno. Lo conferma una ricerca americana.

I bambini hanno una grande energia e, spesso, non riescono ad addormentarsi e ogni sera è sempre la stessa storia. Nonostante tutti gli impegni che li hanno occupati tra scuola, compiti a casa e attività pomeridiane, i genitori sono stanchi e loro sempre in piedi.
Si crede che con una TV in camera, si possano tenere più calmi e convincere ad andare a dormire prima. Si accende un film o un cartone e si mettono a nanna, ma questo non è salutare a livello cerebrale.

Lo dimostrano delle ricerche che guardare la televisione mentre ci si addormenta causa con il tempo problemi del sonno nei bambini.

Lo conferma la scienza

Dei ricercatori della Mass General Hospital for Children e della Harvard School of Public Health, tra cui Elizabeth Cespedes del Dipartimento di Nutrizione, hanno condotto un’importante ricerca sul sonno dei bambini.
Hanno partecipato al progetto ben 1800 bambini e le loro rispettive mamme. Queste sono state seguite dal momento della gravidanza, fino alla nascita dei loro bambini che hanno partecipato all’esperimento fino al compimento dei 7 anni di età.
Le mamme hanno dovuto osservare il comportamento dei loro figli per quanto riguarda il loro sonno.

Sulla base delle informazioni raccolte:

  • dalle ore in cui i bambini stavano d’avanti la TV;
  • dalla differenza tra quelli che avevano la TV in camera e chi no;
  • dalle ore di sonno,
    gli scienziati sono giunti alla conclusione che guardare la televisione prima di andare a dormire o ancora peggio addormentarsi guardandola, comporta dei danni alla salute sia fisica che mentale dei bambini.
    A ogni ora di televisione corrispondono 7 minuti in meno di sonno.
    Per coloro che guardano la TV in camera ne risente ulteriormente la qualità del sonno, riducendosi di altri 30 minuti.

Come aiutare, allora i bambini a dormire sereni senza ricorrere all’uso della TV?

I bambini devono essere abituati ad addormentarsi senza troppi stimoli né visivi e tanto meno sonori. Ecco allora cosa suggeriamo per facilitare il sonno.

Da premettere che la luce deve essere spenta, poiché la luce nelle ore notturne causa dei danni alla salute.

Per rilassare la mente dei bambini e aiutarli ad addormentarsi da soli, ecco come intervenire.

Da premettere che troppa TV fa male e secondo l’ American Academy of Pediatrics, i bambini tra i 2 e i 6 anni non possono superare l’ora giornaliera d’avanti a televisione o altri dispositivi elettronici. I bambini dai 7 ai 12 anni non più di 2 ore.

  1. Accompagnare i bambini in camera loro almeno 30 minuti prima di andare a dormire per permettere loro di rilassarsi e preparare il cervello ad accogliere il sonno.
  2. Tenere accesa una piccola luce se il bambino mostra di avere paura del buio.
  3. Accendere un carillon se si tratta di bambini molto piccoli. Per i più grandicelli, si può ricorrere a della musica leggera o classica. Il bambino in questo modo inizierà a rilassarsi.
  4. Quando giunge l’ora di andare a letto si può aiutare il bambino ad addormentarsi leggendogli la sua favola preferita.
  5. Gli si può dare un libro anche soltanto per guardare le illustrazioni e parlargli utilizzando un tono dolce e pacato.
  6. Recitare insieme qualche filastrocca o delle poesie imparate all’asilo o a scuola.
  7. Parlargli per tranquillizzarlo e fargli delle coccole specie le giornata per lui è stata difficile.
  8. Anche un massaggio può essere efficace. Lo farà sentire disteso e pronto ad addormentarsi.

Il momento del sonno deve essere molto tranquillo. Si deve creare il clima ideale perché il bambino entri nel mondo dei sogni in modo sereno e rilassato. Un bambino che lascia la TV accesa è sovraeccitato e difficilmente riuscirà ad addormentarsi velocemente.

Se si riduce l’uso della TV e di altri mezzi elettronici come il PC e il cellulare, si impedisce che il bambino possa crescere nervoso e stressato e con un atteggiamento aggressivo che potrebbe divenire parte del suo temperamento.