Mamma e papà si separano Cosa avviene nella mente di un bambino. Ecco il modo più giusto per evitargli dei traumi profondi.

Quando succede che mamma e papà si separano, il bambino vive un momento di disagio profondo. Si sente confuso e crede che uno dei due che va via non gli voglia più bene.
Come fargli vivere la separazione nel modo più sereno possibile?

La separazione è un momento doloroso per tutta la famiglia. Oltre a soffrire mamma e papà direttamente, vengono coinvolti anche i nonni e gli zii che devono intervenire in aiuto della famiglia. Tengono a casa con loro i nipoti quando ci sono gli incontri con l’avvocato o quando questi ex coniugi devono sbrigare delle faccende insieme.

Quelli a soffrirne di più sono naturalmente i bambini. Si sentono trascurati e il fatto che il papà non dorma più con loro li fa sentire abbandonati.

I genitori si devono sforzare di assumere un atteggiamento positivo per il bene dei figli.

Con i modi più adatti all’età del bambino, gli devono spiegare cosa sta succedendo.
E’ importante rassicurarli, spiegandogli che di tutto questo loro non hanno nessuna colpa e che mamma e papà li vorrà bene sempre.

Il bambino tante volte accusa il papà per essere andato via, ma basta fargli capire che è la legge a imporlo e che se mamma e papà non vanno più d’accordo non è più possibile vivere nella stessa casa.

La colpa di tutto questo non è di nessuno.

Ci si sente delusi e amareggiati. Spesso i genitori si sentono sconfitti per non essere riusciti a tenere salda quella famiglia che con tanti sacrifici si è costruita.

Come affrontare tutto questo evitando al massimo le sofferenze di un figlio? Come aiutare il bambino ad accettare che le cose cambieranno anche per lui, dovendosi dividere fra una casa e l’altra?

  • Quando i genitori prendono la decisione della separazione e sono ormai convinti di questa scelta, devono cercare il momento adatto per comunicarlo al proprio figlio. Insieme, devono comunicarglielo con parole semplici e il più possibile sincere.
  • I genitori di comune accordo, per amore del proprio bambino, devono, in maniera tranquilla e civile, spiegare che sono cose che possono accadere, ma il bene tra mamma e papà resta. E’ solo diverso.
  • Spesso, la separazione tra i genitori può essere la scelta più intelligente se all’interno della famiglia ci sono conflitti e un clima continuamente teso che influisce sulla serenità dei figli.
  • Bisogna considerare il fatto che i bambini hanno un loro modo d’interpretare le cose e spesso vivono la situazione con dei sensi di colpa. E’ necessario, quindi, fargli capire che loro non hanno fatto nulla di male e che non è a causa dei loro capricci che mamma e papà si stanno separando.
  • E’ importante sapersi organizzare bene per aiutare i bambini a vivere serenamente, se non addirittura meglio.

    Concordare il tempo da trascorre con mamma e papà, di comune accordo e anche con il parere del bambino. Potrà preferire il fine settimana con il papà per andare con lui al cinema e coinvolgere qualche amichetto. Durante la settimana, se lui avrà tempo si occuperà di portarlo alle attività pomeridiane.

  • In questo momento così drammatico nella vita di un bambino, i genitori non devono pensare di viziarli troppo se gli fanno un regalo importante. Se i bambini desideravano, da tempo, possedere un animale domestico, questo è il momento giusto. Il bambino si sentirà meno solo.
  • Per fare vivere con serenità un momento come questo, è importante che ciascun genitore non screditi l’altro con accuse e sfoghi inutili. Il bambino non deve divenire uno strumento in mano dei grandi. Ricordate che quello è suo padre e lo resterà per sempre. Allo stesso modo quella è sua madre e niente potrà cambiarlo.
  • Spesso i bambini si rispecchiano nei loro genitori.

Se al papà viene dato del fallito o la mamma per incapace, il bambino si sentirà allo stesso modo. Si sentirà insicuro e inappropriato e da adulto, questo suo carattere limiterà i suoi rapporti sociali e gli farà commettere degli errori nelle sue scelte.

  • I bambini possono avere reazioni diverse alla notizia della scelta fatta da mamma e papà. C’è chi diventa taciturno e chi invece appare nervoso e ha degli scatti nervosi. Meglio lasciarli fare e aspettare che da soli cerchino un dialogo con l’uno o con l’altro genitore.
  • E’ necessario mantenere comportamenti coerenti per non dare false illusioni al bambino. Se oramai i genitori stanno conducendo due vite separate, meglio evitare di organizzare una cenetta assieme o dei momenti in famiglia. Questa comportamenti potrebbero far vivere al bambino dei momenti di confusione. Potrebbero fargli credere che mamma e papà stanno ritornando insieme.
  • Gli eventi importanti, invece, come il compleanno o una recita scolastica o il saggio di fine anno, devono coinvolgere entrambi. Il bambino si deve sentire il centro dei pensieri dei suoi genitori.

  • Per far si che tutto si svolga nella maniera più serena possibile, è importante che quando ci sono gli spostamenti del bambino da una casa all’altra, devono avvenire all’interno di essa e non per strada. Il bambino non si deve sentire un pacco postale. E’ utile che i genitori che i rivedono, si salutino civilmente.
  • Quando il vostro bambino ha trascorso del tempo con l’altro genitore e ritorna a casa sereno, è importante che lo lasciate libero di raccontare ciò che vuole. E’ sbagliato, invece, costringerlo a raccontare tutto contro la sua volontà.
  • Che i bambini capiscano che esistono le divergenze di opinione è molto utile. Per loro è educativo comprenderlo e questo è ciò che hanno anche mamma e papà. Ciò non significa, però, che si debba arrivare all’aggressività e all’uso di parole pesanti.
  • Se occorre, per risolvere delle questioni relative alla crescita dei figli, i genitori devono confrontarsi in assenza dei bambini.
  • Il genitore che, per questioni organizzative è colui che sta con il bambino durante le vacanze e il tempo libero, non deve comunque lasciargli la possibilità di crescere viziato e senza regole. L’altro genitore si troverebbe, così in difficoltà perché il bambino noterebbe il confronto.

Spesso la rabbia, la sofferenza e il rancore provato dai genitori in un momento come questo, prevale su tutto. Mette da parte il comportamento che un genitore sano deve avere per il benessere del proprio bambino.
Sono tanti i genitori che mettono se stessi al centro della situazione che li sta coinvolgendo sentendosi vittime e denigrando continuamente il proprio partner. La cosa più grave, è che è fatta in presenza dei figli.

Un dettaglio molto importante è che se si stanno iniziando delle nuove relazioni, è meglio tenere il bambino fuori da tutto ciò. Quando la cosa sembra consolidata, se ne può parlare senza far credere che quella persona possa sostituire mai la mamma e il papà.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close