Libri e musica, l’importanza che rivestono per il neonato

0
Strumento musicale
Quando i bambini imparano a suonare uno strumento musicale

Chi cresce all’interno di un ambiente estremamente ricco di stimoli, può sfruttare un gran numero di “strumenti” per poter crescere sotto ogni punto di vista. I neonati, quindi, progrediscono sotto il profilo cognitivo, così come sotto quello relazionale ed emotivo.

Proprio per questo motivo, la lettura ad alta voce diventa molto importante per tutti i bambini, fin da quando compiono i primi mesi di vita. Un gran numero di ricerche scientifiche ha messo in evidenza come la lettura in modo intenso e proficuo fin da quando il bambino ha compiuto il primo anno di vita, diventa un vantaggio benefico molto importante. Il motivo? Semplice, visto che va a condizionare in maniera positiva lo sviluppo generale, come è stato confermato anche dal pediatra Giorgio Tamburlini.

La lettura nei bambini rende molto più facile l’apprendimento del linguaggio, così come lo sviluppo della capacità di ascolto, così come quella di concentrazione e di capire un determinato racconto. Non solo, perché tutte queste abilità rendono al tempo stesso molto più semplice l’apprendimento dei bambini più piccoli e, dal punto di vista prospettico, vengono create le basi per aumentare notevolmente il grado di capacità espressiva e di lettura anche a scuole una volta che il bambino crescerà.

La lettura riesce a garantire un effetto benefico anche in merito alla relazione che intercorre tra i genitori e i figli, proprio per via del fatto che si deve considerare come un’occasione perfetta in cui anche mamma e papà possono rilassarsi e togliersi di dosso le preoccupazioni della vita di tutti i giorni.

Si tratta, in effetti, di un momento di condivisione davvero molto intimo, che esprime l’amore che c’è tra genitori e figli: insomma, un’esperienza a tutti gli effetti piacevole, che va a rendere molto più forte e stabile anche la relazione con i genitori.

Il vantaggio è che non serve essere degli oratori o lettori nati. È sufficiente seguire il testo e poi cominciare insieme al bambino una lettura che si trasforma in men che non si dica un dialogo, in cui ci sono notevoli scambi affettivi.

Tramite le storie, infatti, i bambini riescono a capire come poter individuare con maggiore semplicità le proprie emozioni e pure quelle delle altre persone che stanno con loro nella quotidianità. Leggere una storia si può fare in qualunque momento, quindi, non solo prima di andare a dormire, a patto, però, che sia un momento in cui sia i figli che i genitori siano tranquilli.