Sonno nei bambini, ecco quali sono i cibi su cui puntare

Ci sono determinate pietanze e cibi che possono senz’altro dare una mano ai genitori nel gestire i problemi di sonno dei bambini. Anche i bambini, infatti, possono fare i conti con quelli che vengono chiamati disturbi dell’insonnia. In tal senso, è bene mettere in evidenza come l’alimentazione si può considerare come fondamentale, soprattutto nei cibi che vengono consumati nel corso delle ore serali.

Dormire è uno degli aspetti più importanti nella vita di ogni essere umano, ma in modo particolare per quanto riguarda i bambini questo concetto è ancora più da mettere in risalto. In tal senso, curare l’alimentazione è davvero fondamentale. Una percentuale compresa tra il 35 e il 40% rispecchia i bambini che hanno delle problematiche con il riposo notturno. Si tratta, tra l’altro, di una percentuale che poi tende a crescere nel corso dei primi dodici mesi di vita del neonato. Il motivo? Semplice, il fatto di poppare molto di frequente. L’alimentazione, quindi, diventa davvero fondamentale per provare quantomeno a risolvere questa problematica, come è stato messo in evidenza da parte della SIPPS, ovvero la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, che ha realizzato un apposito studio in merito a tale argomento.

È necessario, quindi, scegliere con grande attenzione gli alimenti che devono essere portati sulla tavola dei bambini nel corso della cena. Anzi, complessivamente, si dovrebbe parlare di alimentazione dopo le ore 17. Quindi, è bene stare alla larga da tutti quei cibi che possono provocare un effetto eccitante, come ad esempio il tè, la caffeina, il cioccolato, le cime di rapa, i broccoli e i formaggi stagionati.

A incidere negativamente da questo punto di vista è la tiramina, che si trova in alte concentrazione in questi alimenti, che va a causare una sensazione di irrequietezza e provocare un gran numero di disturbi del sonno. Importante anche tenere sotto controllo l’uso del sale e dei formaggi, visto che vanno a causare un bel po’ di sete e possono senz’altro portare il bambino a svegliarsi nel corso delle ore notturne. Occhio anche ad un eccessivo consumo di verdure passate, visto che sono in grado di causare meteorismo e coliche a livello addominale. Nel corso dei pasti serali, molto meglio stare alla larga anche dalle proteine della carne e del pesce. Infatti, proprio un consumo eccessivo di proteine nella dieta è in grado di causare sete nel bambino, che poi è portato a urinare molto di più per espellere l’urea e non riesce a riposare bene di notte.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close