Merendine preconfezionate. Perché evitare di abusarne in tenera età

merendine

Oggi, quando si fa la spesa è bene non cadere nella tentazione di acquistare merendine preconfezionate, dannose alla salute specialmente per i più piccoli. Quanto sono dannose alla salute e perché è meglio non abusarne?

I produttori di merendine da vendere nei supermercati, studiano le strategie migliori per colpire la curiosità di mamme e bambini alla ricerca dei prodotti migliori.
Spesso ci si fida della pubblicità che ha sponsorizzando quella marca, piuttosto di qualche altra. Le immagini delle confezioni ci mostrano preparati ben cotti, che lasciano intravedere la farcitura colante di cioccolato o crema. E’ difficile poter resistere.

Così ci si lascia prendere la mano e si riempie la dispensa di merendine di ogni genere.
Molte mamme lo fanno perché i loro figli mangiano poco e pur di mettere qualcosa nello stomaco si accontentano di dargli questi alimenti che molto spesso hanno anche il pupazzo da collezione. Perciò, per un motivo o per l’altro si cade nel tranello.

Consumarne qualche volta si può anche fare, basta che non diventi abitudine perché assumendo troppi zuccheri, grassi e conservanti, fa male alla salute. Si corre il rischio che i nostri bambini diventino obesi e soffrano fin da piccini di gravi patologie.

Alcuni studi effettuati dall’Università di San Diego ha dimostrato uno stretto legame tra un uso smodato di merendine confezionate e comportamenti aggressivi dei bambini.

Le cause sarebbero i grassi idrogenati e quelli trans idrogenati che sono contenuti nelle merendine in grosse quantità.
L’Università di Las Palmas, nelle Isole Canarie ha effettuato un altro studio dove sono stati esaminati 9000 soggetti abituati a fare uso di junk food, il cosiddetto cibo spazzatura. Inoltre, associandolo a un ridotto consumo di frutta e verdura, oltre il 50% ha sviluppato un atteggiamento aggressivo.

Come abituare i bambini a lasciare perdere le merendine?

L’educazione alimentare deve iniziare fin da piccoli e per chi ha già fatto abuso di questi alimenti, è meglio che gradualmente li accantoni. E’ un lavoro graduale che va fatto prima che sia troppo tardi.
Mangiare sempre merendine toglie l’appetito evitando così di alimentarsi correttamente. I bambini non si siedono nemmeno a tavole, mostrando disinteresse per il cibo vero. Le sostanze contenute in questi alimenti danneggiano la memoria dei bambini, che mostrano scarsa concentrazione, ridotto rendimento scolastico e irritabilità.

Cibandosi sempre di merendine, ricche di zuccheri, i bambini appaiono fiacchi, perché una volta che l’effetto dello zucchero passa sentono un senso di debolezza fisica, causata dai livelli di insulina che scendono.
Le ossa ne risentono e questi bambini sono doloranti anche facendo una leggera attività fisica. Questo accade perché hanno i legamenti infiammati e di conseguenza accusano dolore fisico.

Cosa dare a merenda ai bambini?

Si possono preparare in casa moltissime merendine che possono rispondere ai gusti dei bambini. Utilizzando farine integrali, zucchero di canna e frutta fresca  si possono preparare crostate con confetture di frutta fresca di stagione. Si possono preparare ciambelle alla crema o al cacao e aggiungere anche della frutta secca.
Bisogna fare attenzione anche alle porzioni e proporre queste soluzioni nel pomeriggio o a metà mattina.
Le merende fatte in casa, si possono porzionare e conservare in bustine trasparenti e portare a scuola.

Utilizzando dei contenitori si possono preparare a casa frutta e verdura per abituare i bambini a mangiare cibi freschi e genuini da portare al mare o al parco.
Variando ogni giorno gli alimenti, i bambini non si lamenteranno di aver dovuto abbandonare le loro vecchie e cattive abitudini alimentari.