Sonnellino pomeridiano. Perché è importante per lo sviluppo intellettivo dei bambini

sonnellino pomeridiano

Uno studio recente ha scoperto che il sonnellino pomeridiano è in grado di migliorare la concentrazione, il ragionamento non verbale e la memoria spaziale dei bambini.

Quanti bambini fanno il sonnellino pomeridiano e, invece, quanti non ne vogliono proprio sentire di andare a dormire nel pomeriggio anche per poco tempo.

Molte mamme preferiscono che i loro bambini dormano nel pomeriggio in modo che sono, poi, meno irrequieti, altre, invece preferiscono che non dormano di giorno per permettere così di andare a dormire presto la sera.
Il Pediatra stesso consiglia il sonnellino pomeridiano ed è soprattutto importante rispettare le esigenze del bambino.

Bambini in età scolare. Perché è importante il sonnellino pomeridiano.

Ai bambini fa bene riposare nel pomeriggio. Specialmente quelli in età scolare, ne hanno maggiormente bisogno, prima di riprendere i compiti scolastici.
Ogni giorno, tornano da scuola stanchi a causa delle lunghe ore di lezione svolte in classe. Anche 45 minuti di sonno li aiuta a ricaricare le energie e ricominciare. In questo modo. i bambini sono maggiormente concentrati e la loro memoria è più accentuata.

Come dimostra una ricerca effettuata, pare che i bambini che hanno l’abitudine di dormire almeno cinque giorni su sette, hanno maggiore cura nello svolgimento delle loro attività e ci mettono più attenzione. In special modo, fa molto bene se si trovano nel periodo della prima adolescenza.

La ricerca dell’Università del Delaware, pubblicata sulla rivista Behavioural Sleep Medicine, ha dimostrato che il pisolino pomeridiano migliorerebbe il livello di attenzione, la memoria spaziale e il ragionamento non verbale negli adolescenti.

Gli studiosi del ritmo circadiano hanno approfondito la ricerca sui bambini nella fase della prima adolescenza e hanno notato l’esigenza di dormire nel pomeriggio a causa della sveglia mattutina che li priva di ore di sonno. Se così non fosse, verrebbero privati di ore di sonno importanti per il loro sviluppo intellettivo.

La ricerca è stata effettuata su un campione di 363 giovani cinesi con un’età media di 12 anni. Questi bambini hanno l’abitudine di fare il pisolino pomeridiano e gli studiosi hanno misurato il riposino del pomeriggio, la durata del sonno notturno, la qualità del sonno e le prestazioni in diverse attività neurocognitive.
Ebbene, è emerso che i bambini con l’abitudine di dormire più a lungo nel pomeriggio, hanno avuto un sonno notturno significativamente migliore. Ancora, chi ha svolto un sonnellino in quasi tutti i giorni della settimana, ha dimostrato una maggiore attenzione, un aumento del ragionamento non verbale e tempi di reazione più rapidi relativi alla memoria spaziale.

Bambini in età pre-scolare. Un’altra ricerca li ha osservati da vicino.

Per quanto riguarda i bambini piccoli, si sa che non stanno un attimo fermi e quindi dormire nel pomeriggio gli fa molto bene. Dipende da soggetto a soggetto, però; infatti, a causa della loro energia, spesso, non sentono la necessità di fare il sonnellino pomeridiano.
La cosa importante è concedergli la possibilità di riposarsi se ne sentono il bisogno. Questo li aiuta, anche se piccoli ad aumentare la loro energia, a memoria e l’attenzione che gli servirà per il futuro scolastico.

Una recente ricerca, si è occupata dei bambini in età pre-scolare e ha confermato l’importanza del sonnellino pomeridiano. Se ne è occupato uno studio dell’Università di Tucson in Arizona che ha osservato lo sviluppo infantile.

E’ emerso che il bambino che dorme nelle ore pomeridiane è più veloce nell’apprendimento, rispetto a chi non dorme.

Sono stati esaminati due gruppi di bambini di 3 anni d’età; metà con l’abitudine di dormire nel pomeriggio e l’altra metà che non faceva mai il sonnellino pomeridiano.

Sono stati chiamati a svolgere degli esercizi di memoria e subito dopo, alcuni di loro sono stati mandati a dormire per 30 minuti, altri, invece, no.
Il giorno seguente, i bambini sono stati sottoposti all’esercizio del giorno prima.
Ebbene, ricordavano bene coloro che avevano fatto la pennichella, rispetto al gruppo di bambini che era rimasto sveglio.

Per concludere, il sonnellino pomeridiano, fatto nelle prime ore del pomeriggio aiuta il bambino a ricaricarsi, essere in forma fisica e mentale e di conseguenza riesce a concentrarsi meglio e avere una buona memoria.