Pidocchi: cosa fare quando colpiscono tuo figlio!

Tuo figlio ha i pidocchi? Questo articolo allora arriva al momento giusto. Questi minuscoli insetti sono molto diffusi tra i bambini perché si diffondono attraverso stretto contatto, cosa molto comune all’asilo e le scuole elementari.

I pidocchi vivono sul cuoio capelluto e solo raramente sulle ciglia e le sopracciglia. Preferiscono di gran lunga le parti della testa umide e buie, perché qui possono riprodursi in modo migliore. Se credi che tuo figlio ha i pidocchi allora, guarda subito dietro le orecchie! Potresti non vedere l’insetto ma solo le piccole uova, le lendini. A prima vista sembrano granelli di forfora ma c’è un metodo per riconoscerli. Provate a togliere questi granelli. Invece di andar via subito come farebbe la forfora, rimangono ben saldi al capello.

Come devi comportarti se tuo figlio ha i pidocchi

Prima di tutto stai tranquillo, i pidocchi sono davvero comuni. Colpiscono ogni anno tra i 6 e i 12 milioni di bambini con età compresa tra i 4 e gli 11 anni. Senza contare tutti quelli di cui non si sa niente! Ricordati poi che si trasmettono solo per contatto diretto, perché i pidocchi differentemente da quanto le credenze popolari c’insegnano, non volano da una testa all’altra.

Il fatto che tuo figlio abbia preso i pidocchi non è neanche indice di scarso igiene. Anzi, sapevi che più il capello è sporco e più ardua risulta l’impresa del pidocchio di aderirvi?

Prima di tutto, devi essere certo della presenza dei pidocchi. I sintomi più comuni sono il prurito del cuoio capelluto, rigonfiamenti sul cuoio capelluto che possono anche produrre liquido e formare croste. Prendi i guanti monouso e inizia a guardare la testa di tuo figlio sotto la luce diretta.

I prodotti contro i pidocchi

A questo punto se sei certo che tuo figlio ha i pidocchi, devi trovare il prodotto giusto da usare per scacciarli. Fatti consigliare dal farmacista perché alcuni prodotti a uso topico potrebbero essere irritanti, come le lozioni. Molto meglio utilizzare creme, gel e schiume. La maggior parte dei prodotti sono da banco cioè non è richiesta la prescrizione medica. Si dividono comunque in tre categorie e sono: piretrine naturali, piretroidi e malathion. Il prodotto migliore comunque è quello capace di eliminare tanto i pidocchi adulti quanto le lendini e le ninfe.

Dopo il trattamento, che deve essere eseguito esattamente come riportato sulla confezione, devi rimuovere le lendini. Puoi farlo grazie all’ausilio di un pettine fitto (preferibilmente di metallo) ma prima, strofina l’olio d’oliva sui capelli. Così le rimuovi più facilmente. Anche l’aceto di mele è un buon rimedio naturale per rimuovere il parassita perché scioglie la cheratina che viene utilizzata per attaccarsi. Rimuovendo le uova, eviti che i pidocchi tornino.

Ci sono diverse tecniche per contenere il problema. Tutto ciò che entra in contatto con il vostro bambino (o meglio, con la sua testa!) deve essere lavato scrupolosamente in lavatrice. Controlla la tua testa e quella di tutte le persone che vivono con voi. Chiusi in sacchetti di plastica tutti gli oggetti, come i giochi che non possono essere lavati, per uccidere i pidocchi eventualmente presenti.

E’ sbagliato invece fare il trattamento farmacologico preventivamente perché non solo non serve a niente ma può anche indurre a una resistenza per il futuro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close