Tre libri che possono aiutare i bambini a rapportarsi con i disabili

L’epoca moderna, propone un modello di informazione diretta ed immediata. Viviamo in una rete fortemente interconnessa, dove tematiche diverse vengono discusse, analizzate, valutate e interpretate da intere masse. La comunicazione diventa dunque fautrice dell’informazione, che viaggia alla velocità della luce e che permette di stare sempre al passo, di conoscere e fagocitare in modo immediato ogni forma di sapere. In un’epoca dove l’informazione viaggia attraverso canali fortemente tecnologici, i libri hanno perso la loro iniziale valenza comunicativa, ma non per i bambini, ma resta, per i più piccoli, la fonte primaria di informazione, in particolare i libri sulla disabilità.

I libri aiutano i bambini a relazionarsi con le immagini, con i concetti, con le lettere ed i numeri. Stimolano la fantasia, a accrescono la voglia di sapere. Il libro è un canale importantissimo nella formazione del linguaggio, delle parole, dei concetti e delle informazioni ed è anche un veicolo relazionale di fondamentale importanza. Molto spesso i bambini entrano in contatto con situazioni a cui non sono preparati, nonostante vivano in un mondo dove l’informazione è diretta e immediata.

Tra le tematiche più importanti, vi è quella della diversità: a trattare questa tematica, sono i libri. Alcune letture, possono aiutare i bambini a vivere la disabilità in modo sereno, favorendo le relazioni anche con bambini e persone adulte che hanno handicap specifici. Oggi anche il contesto scolastico, favorisce fortemente l’integrazione dei bambini con disabilità e nella maggior parte dei casi, le insegnanti favoriscono l’integrazione del singolo nel contesto classe. Oltre a questo tipo di lavoro, è però importante che i bambini riescano a comprendere mediante delle letture specifiche come relazionarsi con i disabili.

Di Enza Amira Festa, è il libro intitolato “La bambina buffa”, un testo dalla scrittura semplice e delicata, che racconta la storia di due bambini vicini di casa, tra cui nasce una sincera amicizia. La bambina protagonista della storia, è affetta da sindrome di Down; dunque la diversità e la disabilità, sono un tema centrale di questo libro, adatto ai bambini dai sei anni in su, che leggendolo, possono avere una percezione nuova e migliore di come relazionarsi con bambini con problematiche sui generis.

Le parole di Bianca sono farfalle”, di Chiara Lorenzoni, è tra i migliori libri sulla disabilità che racconta la storia di una bambina sordomuta, che comunica solo con le mani. Bianca è speciale, viene descritta come una sorta di sensitiva, che si mette in relazione con il mondo comunque, e in modo assolutamente bellissimo. Le sue mani, comunicano come fossero farfalle che battono le ali.
“Tutta un’altra storia”, è un libro di favole, adatto ai più piccini che racconta della diversità lanciando un messaggio: accettarla senza averne paura.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close