Amicizia e condivisione. Come trasmettere ai bambini i veri valori.

I bambini devono imparare fin da piccoli ad aiutare gli altri. Amicizia e condivisione sono valori da trasmettere fin dalla tenera infanzia.

I genitori devono fare in modo di coinvolgere i bambini a essere generosi, affettuosi verso il prossimo e a correre in aiuto per i più bisognosi. Amicizia e condivisione sono valori fondamentali che bisogna trasmettergli ogni giorno.

I bambini per loro natura tendono a essere molto possessivi e gelosi di ciò che posseggono. Se hanno dei giochi, li vogliono tenere per sè, anche quando a casa vengono a trovarli dei cuginetti o qualche amichetto. Difficilmente li condividono con gli altri.

I genitori non devono arrendersi. Anche se i bambini mostrano difficoltà a coinvolgere gli altri in momenti di gioco o non invitano mai un compagnetto a usare i loro giocattoli, ogni giorno bisogna creare delle situazioni nuove dove i bambini sono spinti all’ amicizia e condivisione.

Durante periodi dell’anno in cui nella città si organizzano raccolte alimentari o donazioni di giocattoli o vestiti usati, i bambini devono essere informati di queste iniziative importanti.

E’ il momento ideale per dare loro il buon esempio.

Con l’arrivo delle festività natalizie, i bambini devono imparare che il Natale non è solo divertimento e ricevere regali dai parenti. Deve essere il segno che ci deve fare riflettere su chi è meno fortunato.
Con il freddo, i bambini devono sapere che molte persone non si trovano al caldo tepore della casa o d’avanti al camino. Una preghiera, una riflessione deve aiutarli a capire e e ringraziare sempre per ciò che possiedono.

I bambini imparano a non lamentarsi di tutto capiscono che devono gioire per la loro fortuna.

Come ribadiamo sempre, i genitori devono essere da esempio per i loro bambini. Per primi, perciò devono dimostrare di tenere ad amicizia e condivisione.
Allora è bene dare un aiuto al prossimo mostrando gioia e disponibilità per chi ne ha bisogno e dando sempre dei consigli a chi li chiede.

Amicizia e condivisione. Come trasmettere ai bambini i veri valori.

Le parole sono una cosa, i fatti sono un’altra cosa. Ecco allora alcuni trucchi che funzionano. Anche se inizialmente, crederete di non poter ottenere dei risultati immediati, niente paura, perché state insegnando ai vostri bambini la strada giusta da percorrere verso amicizia e condivisione.

Bisogna sempre dare gli stimoli giusti per aprire i bambini agli altri. Non isolatevi con loro in un mondo fatto di perfezione. La vita è anche sofferenza e malattia. I bambini devono imparare fin da piccoli che gli altri vanno aiutati, anche con una semplice carezza.

  • Se ci sono nonni infermi o con delle difficoltà, permettete ai vostri bambini di andarli a trovare spesso. Possono essere utili a fargli soltanto un po’ di compagnia. Oppure possono aiutarli nel compiere piccoli lavoretti in casa. Insegnate ai vostri figli la pazienza e la gioia nell’aiutare i più bisognosi.

Sacrificare il proprio tempo per gli altri è un gesto di altruismo e generosità.

  • Evitate di giudicare i vostri bambini se si mostrano restii e poco disponibili a fare amicizia o a condividere con gli altri le proprie cose. Così facendo li fate sentire incapaci. Pian piano, vedrete che inizieranno a capire che aiutare gli altri li farà sentire bene e orgogliosi di se stessi.
  • Organizzate spesso degli inviti a casa. Un pranzo con qualche compagno di scuola o un pomeriggio di svago. Il bambino sarà stimolato a scambiare i giochi e a essere maggiormente disponibile ad instaurare legami di amicizia.
  • A scuola, le maestre organizzano spesso lavori di gruppo allo scopo di abituare i bambini ad aiutarsi reciprocamente e a rafforzare le amicizie. In questo modo, si aiutano anche i bambini più riservati ad aprirsi agli altri e a non essere troppo isolati.
  • E’ bene che i genitori lodino i bambini che sono stati particolarmente generosi. Che sono stati disponibili e hanno dimostrato apertura verso gli altri, aumentando amicizia e condivisione.
  • Aiutateli a intervenire quando vedono un amico che sta male, è triste o piange. In questi momenti stare vicini a un amico è dimostrazione di vera amicizia. A volte non occorrono le parole, basta soltanto la vicinanza.

  • Il sacrificio fa parte dell’ amicizia e condivisione. Se un compagno ammalato non può uscire di casa e ha bisogno di compagnia, è segno di vera amicizia quando si decide di restargli accanto. Anche se è molto noioso, è di grande aiuto non lasciarlo da solo e dimostrare così un‘amicizia sincera e sentita.

  • Non sempre un gesto di amicizia nasce spontaneo da un bambino, ma se i genitori sono l’esempio di generosità, amicizia e condivisione, ai bambini verrà spontaneo comportarsi allo stesso modo.
  • Organizzate incontri con le mamme dei compagnetti di scuola, fate una visita di cortesia ai vicini e mostratevi disponibili ad aiutare il prossimo.

  • Insegnate ai vostri bambini a dividere la loro merenda con chi l’ha dimenticata a casa. Sensibilizzateli verso chi ha delle difficoltà e incoraggiateli a donare i vestitini usati alle famiglie bisognose e donare un regalo sotto l’albero a coloro che non hanno ricevuto niente.

  • I bambini devono imparare che il cibo non va sprecato perché ci sono tante famiglie che non hanno la stessa fortuna.

Con questi saggi insegnamenti si aiuteranno i bambini a riflettere e mostrare maggiore altruismo verso il prossimo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close