Alimenti dannosi per i bambini. Come sostituirli con quelli sani e più adatti a loro.

Alimenti
Toddler eating a large plate of French fries

Molte famiglie amano mangiare fuori casa e consumare dei pasti assieme ai bambini. Ma ciò che mangiano è sempre adatto alla loro età? Scopriamo quali alimenti è meglio evitare e vediamo come poterli sostituire per invogliare i bambini a mangiare con gusto.

Fast food, paninerie e altri luoghi dove potersi recare per consumare un pasto e trascorrere del tempo spensieratamente. I bambini si divertono, ma gli fa bene mangiare alimenti che vengono preparati e che questi posti offrono?
Fin da piccoli dobbiamo abituarli a mangiare cibi sani, preparati con cura. Anche se le patatine o gli snack stuzzicano il palato, dobbiamo ridurli al minimo, poiché contengono sale e zucchero in eccesso, coloranti e conservanti dannosi alla salute di tutti, figuriamoci di quella di un bambino che sta crescendo.

Questi luoghi di ritrovo, sono creati appositamente per attirare in  special modo i bambini e gli adolescenti. Sono allegri e pieni di colori. Diventa una moda per loro ritrovarsi. Sta a noi genitori dare il sano esempio.

Molte famiglie hanno la cattiva abitudine di consumare anche a casa cibi precotti e alimenti preconfezionati. Notano che i bambini li mangiano con più gusto e non fanno capricci. Si affidano a questi prodotti pur di evitare di lasciarli a stomaco vuoto.

Molte mamme hanno poco tempo da dedicare alla preparazione dei pasti e quando escono dall’ufficio, prima di rientrare a casa, acquistano questo genere di cibi, per poi consumarli al volo.
Sappiamo quanto il cibo del fast food o quello preconfezionato faccia male alla salute. Ai bambini, in special modo, può causare scompensi insulinici, affatica i reni e può dare problemi digestivi. Irrita il colon, causa aumento di peso e scarsa nutrizione.

Infatti, i nutrienti contenuti in questi cibi non riescono a soddisfare il fabbisogno giornaliero di cui questi bambini necessitano.

I bambini devono sviluppare bene lo scheletro e rafforzare le ossa. Pertanto, occorre una dieta equilibrata al loro sviluppo. Le sostanze nutritive devono aiutarli a crescere forti, a sviluppare il cervello e a prevenire delle gravi patologie di cui potrebbero essere affetti da adulti.
Mangiando male, i bambini in crescita sono soggetti a molte malattie.

Un’alimentazione con uno scarso valore nutrizionale e un alto contenuto calorico, può causare un aumento ponderale del peso che può portare:

obesità precoce
diabete
colesterolo alto

Uno scarso apporto di nutrienti genera:

stanchezza fisica
carenza di energia
anemia
dolori alla muscolatura
problemi di vista
scarsa concentrazione
difetti di memoria
disturbi neurologici, come agitazione, ansia e anche depressione.

Da uno studio condotto sull’alimentazione infantile è stato evidenziato che se i bambini mangiano regolarmente questi cibi poveri di nutrienti e molto grassi, sono soggetti ad avere uno scarso appetito al momento del pranzo.

Questo è molto pericoloso, poiché abituano l’organismo a saziarsi di cibi sovraccarichi di zuccheri, grassi e sale. Non solo già di per sé sono dannosi alla salute, ma allo stesso tempo non si permette di assumere i giusti nutrienti. Vitamine, proteine, sali minerali, indispensabili per una crescita sana.
Lo dimostrano gli studi effettuati che il cibo spazzatura è responsabile di disturbi che siamo soliti credere che possono riguardare solo gli adulti, come ictus, ipertensione, cardiopatie. Invece, no. Anche i bambini ne possono essere colpiti.

Abituare i bambini a mangiare sano è fondamentale. Concedersi una volta tanto un pasto in panineria o al Mc Donald, va bene, ma deve essere un’ eccezione.
A volte, noi mamme ci lasciamo guidare dai bambini che essendo, a volte, molto pigri non fanno la colazione, preferiscono una merenda a volo o si limitano al consumo di un pasto sempre uguale come la pizza o il panino imbottito.
I bambini non sanno a cosa vanno incontro, mentre è dovere dei genitori cercare le strategie giuste, scegliendo gli ingredienti migliori e trovando il tempo per preparare dei pasti adatti all’età del bambino. Soltanto in questo modo si ha la certezza degli ingredienti che si stanno utilizzando e della loro qualità.

Come ribadiamo sempre, non sono le parole che contano, ma i fatti e se desideriamo che i nostri bambini mangino le verdure, la carne, i legumi, dobbiamo farlo noi per primi.
Ai bambini va insegnato a mangiare ogni giorno cibi diversi e nella giusta quantità. Non abbuffiamoli di pasta quando poi non mangeranno mai la carne e viceversa non cibiamoli di troppa carne.

Una dieta equilibrata è composta di vitamine, proteine, sali minerali e carboidrati. Servono anche le fibre e i grassi sani del pesce.

Il giusto equilibrio è fondamentale per crescere bambini sani.

Vi elenchiamo i cibi che non bisogna mai offrire ai bambini e vi suggeriamo come poterli sostituire per garantirgli una varietà ed evitare che facciano troppi capricci.
Questi consigli sono utili in special modo a quelle famiglie che sono abituate a consumare spesso cibo da asporto e alimenti preconfezionati che piacciono tanto un po’ a tutti.

Alimenti dannosi per i bambini.

Il succo di frutta

1 Fin da piccini si abituano i bambini a bere il succo di frutta che acquistiamo al supermercato. Ne mettiamo uno nel loro zainetto quando li portiamo alla scuola dell’infanzia, fuori al parco o per un paio di ore dai nonni. Questi succhi di frutta sono ricchi di zucchero, coloranti e conservanti che fanno male alla salute. Gli zuccheri li appesantiscono, causano carie ai denti e li saziano troppo.

Sostituire questi succhi di frutta con della frutta fresca è l’ideale. Non si andrebbero a perdere le fibre utili all’organismo e si assumerebbero meno zuccheri. Specie d’inverno sono molto importanti gli agrumi per combattere il raffreddore. Allora perché non preparare ogni giorno una spremuta?

Non serve aggiungere lo zucchero e appena preparata si deve consumare immediatamente per evitare il processo di ossidazione.
Ottimi sono anche i frullati e i centrifugati dove si possono mischiare assieme diverse varietà di frutta di stagione, anche quella che i bambini non amano mangiare.

Si può proporre la frutta a colazione, specie ai bambini che non amano mangiare il latte. A metà mattina o nel pomeriggio al posto delle merende da evitare, quelle ricche di grassi e zuccheri in eccesso.

I bambini che non amano mangiare, si devono incoraggiare a masticare la frutta per rafforzare la dentatura. In questo modo, si sentiranno più sazi e non cercheranno altro cibo dalla dispensa o nel frigorifero. Di conseguenza arriveranno al pasto principale sufficientemente affamati per consumare tutto il pasto senza fare capricci.

Alimenti dannosi per i bambini. Le bevande gassate.

Un alimento, che le cattive abitudini tendono a tenere in casa è la coca cola. Prima si tendeva a berla nelle feste o solo in estate, invece adesso è la bibita preferita dei bambini che ne fanno un uso smodato persino prima di iniziare il pranzo. Si è ormai presa l’abitudine di assumerla in maniera scorretta e si beve perfino ghiacciata.
Questa bibita gassata più delle altre, contiene sostanze dannose alla salute. L’eccesso di zuccheri e di calorie aumenta il rischio di diabete di tipo 2. I coloranti fanno male alla salute e un consumo assiduo rovina anche lo smalto dei denti e causa carie.

Perché non sostituire le bibite gassate con altre bevande piacevoli e dissetanti?

Prima fra tutte l’acqua che deve essere bevuta nell’arco della giornata perché depura e attiva il funzionamento renale eliminando le tossine. Si possono preparare delle bevande fatte in casa utilizzando del succo di limone, di arancia e di mandarino. Piacevoli sono anche le bibite naturali alla menta, al sapore di fragola o di frutti di bosco.

Basta portare ad ebollizione dell’acqua con la frutta e lasciarla riposare, poi filtrare e aggiungere acqua fresca.

Troppe caramelle fanno male ai bambini.

I bambini ne vanno ghiotti e molti genitori li viziano, noncuranti che le caramelle danno un grande senza di sazietà che li fa arrivare al pranzo o alla cena sazi. I bambini seduti a tavola mostrano disinteresse per il cibo. Abituandoli in questo modo, ogni giorno avranno sempre più voglia di consumarne. Perché lo zucchero agisce così. Poi causa carie e sovrappeso. Non alimentandosi del cibo giusto, i bambini mangiano poco e non ricevono quindi il giusto apporto nutrizionale.

Potremmo sostituire le caramelle con della frutta caramellata preparata da noi. Utilizzare spicchi d’arancia o pezzetti di mela e sulla fiamma amalgamarli allo zucchero di canna o al miele. Preparare degli spiedini di frutta e proporli a merenda.

Chi non ama le patatine fritte?

il metodo di cottura non è quello ideale. Specie per le patatine del fast food è utilizzato l’olio diverse volte. Questo è molto pericoloso per la salute. E’ cancerogeno, aumenta i livelli di colesterolo, causa ipertensione e grasso nelle arterie.
In casa, potete preparare le patatine cotte al forno. Si possono sostituire utilizzando anche della zucca tagliata a bastoncino e procedere con la cottura. Il risultato è magnifico e i bambini ameranno queste patate di zucca croccante. Avranno l’impressione di mangiare quelle prelibate patatine, ma non avranno arrecato danni alla salute.

Le salse che accompagnano patatine e hamburger

Spesso fuori casa le patatine o i panini sono accompagnati da salse che sono assolutamente vietati per i bambini. Per renderli gustosi li dolcificano troppo e. inoltre, contengono coloranti, conservanti e sale in eccesso, tutti ingredienti nocivi alla salute.

Il tomato o le altre salse si possono preparare in casa con ingredienti naturali, come la passata di pomodoro o di barbabietola. Si può preparare una crema di zucca per il colore giallo e di zucchine e basilico per il colore verde.

Dado di brodo vegetale

In molte famiglie, si utilizza il brodo vegetale per preparare la minestra. E’ molto comodo perché in pochi minuti si riesce a realizzare una brodo gustoso. Non si può dire, però, che sia genuino e adatto ai più piccini. I bambini, si sa amano mangiare gustoso, ma non è meglio preparare un ottimo brodo vegetale con ingredienti semplici combinati da noi?

Se proprio non si ha il tempo a disposizione, noi vi suggeriamo come preparare dei dadi di brodo vegetale fatto in casa. Sarà sufficiente unire due carote, mezza cipolla, una patata e altri verdure come le zucchine. Tritate tutto e cuocete in abbondante acqua. Fate ridurre e lasciate raffreddare. Procuratevi le vaschette del ghiaccio e riempitele con il brodo. Conservatele nel freezer. Utilizzate una zolletta di brodo vegetale tutte le volte che vi occorrerà.

Pane in cassetta

Abbiamo l’abitudine di tenere in casa il pane in cassetta che è molto comodo quando dobbiamo preparare delle merendine. Forse non abbiamo mai pensato che per mantenersi a lungo, questo pane contiene delle sostanze che allontanano la muffa, poiché questo prodotto è molto umido. Si tratta dell’alcol etilico, che è contenuto in una minima dose, ma per i bambini è dannoso perché non sono in grado di metabolizzarlo. Per questo motivo, è meglio evitarne l’utilizzo.

Era meglio un tempo quando ai bambini si dava il pane fatto in casa con l’olio extravergine d’oliva. Era una merenda genuina e sana che non causava problemi di salute.
Allora perché non fare il pane in casa anche oggi e conservarlo per poterlo utilizzare a merenda, ma anche a pranzo e a cena? Facendolo da noi, abbiamo la possibilità di non utilizzare né il sale e tanto meno lo zucchero. Possiamo utilizzare farina integrale al posto di quella raffinata. Inoltre, possiamo decidere il tipo di farina e abbiamo una larga scelta.

Ricordate quando le nostre mamme ci davano il pane anche a colazione inzuppato nel latte? Si evitava di assumere tutti gli zuccheri di cui oggi i nostri bambini fanno un largo consumo. Cereali dolci nel latte, cornetti e biscotti vari. Per evitare di acquistarli, meglio prepararli in casa e utilizzare ingredienti semplici, ma selezionati con cura e scegliere quelli più indicati per loro. Preparare una crostata con della frutta fresca di stagione. Al posto dello zucchero, frullare la frutta e aggiungerla nell’impasto della farina. Utilizzare frutta secca come uvetta, noci e pistacchio per insaporire i dolci.

Ricorrere a delle semplici strategie per invogliare i bambini a mangiare, ma mettendo al primo posto la loro salute.

Sarebbe meglio correggere pian piano le abitudini che porteranno i nostri figli ad ammalarsi di patologie che un tempo era inimmaginabile che potessero soffrirne i più piccoli.

Consigli utili

Al momento di acquistare alimenti destinati al consumo dei bambini, è necessario leggere le etichette. Meglio selezionare prodotti con ingredienti semplici. Molte merende contengono grassi saturi e idrogenati che a lungo andare causano nell’organismo patologie gravi a cui difficilmente si può rimediare.