Cistite nei bambini: Le cause, i sintomi e come intervenire.

La cistite si può presentare frequentemente nei bambini e le cause possono essere diverse. Ne soffrono le femminucce più dei maschietti, ma che cos’è?

Può capitare che durante l’anno si presenta diverse volte. Causa bruciore e malessere nei bambini, ma quali sono le cause della cistite?

La cistite a volte è riconoscibile da alcuni sintomi evidenti, ma può essere anche asintomatica.

La cistite è un’infezione della vescica e può colpire bambini sia molto piccoli che più grandicelli. E’ più diffuso nelle bambine rispetto ai maschietti e si manifesta per lo più dai 5 anni in su.

Il motivo per cui la cistite si manifesta maggiormente nelle femminucce è dovuto al fatto che hanno l’uretra molto vicina all’ano. Da qui partono dei batteri che causano l’infezione.
Un’ altra causa è dovuta al fatto che l’uretra è più corta ed è più facile che i microrganismi arrivino alla vescica.

La cistite è un disturbo infiammatorio provocato da un’infezione batterica causata da batteri Gram-negativi, come E. coli, ma anche da batteri Gram-positivi, come stafilococchi e streptococchi.
Le cause scatenanti di questa infezione batterica possono essere di diversa origine e natura, e fanno si che sfocino nella cistite.

Fra le cause più diffuse della cistite abbiamo:

Cause

– Abbassamento delle difese immunitarie;
– Malformazioni dell’apparato urinario e reni;
– Anomalie nella funzionalità;
– Reflusso vescico-uretrale;
– Diabete;
– Ostruzioni delle vie urinarie;
– Scarsa igiene intima;
– Utilizzo di detergenti troppo aggressivi.

Quali sono i sintomi?

Nei bambini più grandi la cistite porta dolore nella minzione e per questo motivo si evidenzia che c’è qualcosa che non va. Nei bambini piccoli porta bruciore nel fare la pipì. A volte la cistite è accompagnata da febbre.
Solitamente, il sintomo più evidente che mostra l’esistenza della cistite è l’incontinenza del bambino che ha lo stimolo di andare sempre a fare pipì. Avviene quella sensazione di liberarsi anche se si riduce solo in poche gocce.

Può capitare che il bambino piccolo sia irritabile, abbia inappetenza e senso di vomito, oltre a febbre.

Nei bambini più grandi si manifesta con i sintomi simili a quelli degli adulti.

Ecco quali sono:

Sintomi

– Dolore e bruciore nella minzione;
– Ritenzione urinaria;
– Urine torbide e maleodoranti;
– Sangue e pus nelle urine;
– Incontinenza;
– Enuresi notturna;
– Spinta dello sfintere;
– Difficoltà e perdita di poche gocce di urina;

Come fare per prevenire l’insorgenza della cistite e alleviare il disturbo?

Prevenzione

– Per i più piccini, è importante cambiare spesso il pannolino e fare dei lavaggi anche con sola acqua. in questo modo si riduce la proliferazione batterica.
– Per i bambini più grandi, invitarli ad andare a fare la pipì spesso. E’ necessario non accumularla nella vescica. Il ristagno di liquidi, favorisce l’insorgenza della cistite.
Insegnare ai bambini a lavarsi ogni volta. La corretta igiene riduce gli episodi di cistite.
Istruire le bambine di come pulirsi quando vanno in bagno. E’ importante non contaminare le zone urinarie di feci. Pertanto, quando si asciugano devono partire dalla zona davanti e non viceversa.
Usare biancheria intima di cotone bianco ed evitare l’utilizzo di ammorbidenti e candeggianti.

Diagnosi

L’unico modo per essere certi che si tratta di cistite è l’esame alle urine. Per i bambini più grandi è più facile raccogliere l’urina, ma per i più piccini bisogna utilizzare dei flaconi in vendita in farmacia che raccolgono la pipì anche dei piccoli che portano ancora il pannolino.

Come evitare che i bambini soffrano di questa infezione urinaria.

La cistite nei bambini può essere prevenuta con una corretta alimentazione. Per i piccolissimi bisogna preparare i piatti senza mai aggiungere sale e tanto meno zucchero. Non fare assaggiare dolci e cibi piccanti.

Per i bambini più grandi, è meglio ridurre l’assunzione di merendine e preparare piatti leggeri senza sale e con poco olio. Se frequentemente soffrono di cistite, eliminare anche il parmigiano.

Ecco quali accorgimenti prendere:
– bere molta acqua naturale
– eliminare la farina bianca
– ridurre o eliminare sale e zucchero
– assumere frutta e verdura di stagione ben lavata.
– bere succo di mirtillo che impedisce ai batteri di diffondersi.
– assumere yogurt che contengono probiotici che combattono i batteri cattivi.
– assumere cereali integrali.

Se occorre, rivolgersi al medico per una terapia antibiotica. Nel frattempo ricorrere a una dieta leggera. Assumere carne bianca, magra e il metodo di cottura deve essere semplice.
Mangiare frutta ricca di vitamina C come i kiwi, agrumi e fragole.
Ottime le verdure sia crude che cotte come gli spinaci e i broccoletti.

Usando degli accorgimenti igienici e rispettando la dieta, il bambino guarirà nel giro di pochi giorni.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close